Credere
Milano, 04.03.2003

 
Un giorno mi han detto
amare è crederci sul serio,
ed io aspettavo il seguito.
Non venne mai.
Arrivarono i dolori,
i lenti passi felpati
del cuore in controluce,
aprirono le porte,
un piccolo spiraglio
fra i se, i forse, i ma della voce,
arrivarono i suddetti
conti da pagare, nostro Signore.
Amare,
indissolubile questione
qualcuno, qualcosa
il sale, le chiare
serate estive, il mare, e l'Universo
di sfondo ad un rimorso.
Un sogno come sempre da finire,
insieme a tutto ciò che da bambino
avevo da obiettare
ad Afrodite
alle 7 del mattino.
E il pasto di un guerriero
lasciarlo galleggiare
fra specchi, e vie lattee di pane
senza poter sapere
che quello era un giuramento,
un gesto, un asteroide
nel bel mezzo
dell'Universo.

 
Copyright (C) 2003 Riccardo Bagnato [www.bagnato.it]
La copia letterale e la distribuzione di questo testo nella sua integritÓ
sono permesse con qualsiasi mezzo, a condizione che questa nota sia riprodotta.