Un altro sogno
 
Tutto intorno è ormai soltanto
e dentro e lontano, cielo aperto
appennino nella notte,
fra le luci o frasi dette
che un ricordo
invano
segue nella mente,
dalla pioggia
trascinando a terra, fino a un rivo.

Tutto intorno ha già ripreso
il suo cammino e tutto ricomincia,
il vento, i fiumi, le stagioni,
fra i burroni e le nuvole e l'odore
che nel buio e sul sentiero abbraccia
di una foce la certezza.

Il mondo sta cambiando
come cambia abitudini il destino,
e noi la pelle per l'inverno
per svegliarci nel mattino
e vedere andare a scuola, innamorarsi
pensare a quando, a se, a forse,
un bambino fra le morse
di un sogno da finire, e il mare.

Milano, 19-11-2002
Copyright (C) 2002 Riccardo Bagnato [www.bagnato.it]
La copia letterale e la distribuzione di questo testo nella sua integrità
sono permesse con qualsiasi mezzo, a condizione che questa nota sia riprodotta.