Un altro giorno a Milano
 
Il segreto
delle notti impegnate
a pensare ai delitti
ai rancori del tempo.
Differenza fra me
e i relitti di un uomo,
non la devi cercare
dentro al mare del giorno.
Un smorfia inchiodata
nell'orgoglio, il dolore
raccoltosi intorno
alla vera ragione
dentro il cielo confuso
di Milano infelice.
Contrappesa all'istinto,
alla cosa che piace
e le guglie di un uomo.
Le preghiere mai dette
nello scrigno privato
di un ricordo preciso.
E per scopo restare
sulla sabbia di un giorno
costruire castelli,
dispetti e capricci,
fino a sera gridare.
E niente che cambi
o ti voglia ascoltare.

Milano, 29-08-2002
Copyright (C) 2002 Riccardo Bagnato [www.bagnato.it]
La copia letterale e la distribuzione di questo testo nella sua integrità
sono permesse con qualsiasi mezzo, a condizione che questa nota sia riprodotta.