7
Modena, 11-05-1997
 
E` cresciuta intanto la tua domanda
che nella solitudine sorprendeva
le mie parole inanellarsi nel silenzio.
Ma il mio bisogno di aiuto si ergeva
e irrigidiva davanti a quelle,
timido oltraggio in una vasta prigione,
e sbatteva la testa contro i muri
strappando il volo verso il nulla
dal luogo pił urgente, fino
al gioco sotterraneo di una bufera.
Seduto come sul marmo alla fine
sulle ginocchia d'un improvviso dio
e i seni di un essere immortale,
come davanti alla neve un bambino
ero felice, a Sestola, in inverno.

Copyright (C) 2001 Riccardo Bagnato [www.bagnato.it]
La copia letterale e la distribuzione di questo testo nella sua integrità
sono permesse con qualsiasi mezzo, a condizione che questa nota sia riprodotta.