Nel cassetto
Milano, 12-01-2001

 
 
Quando forse per caso dal cassetto,
o perché tu stessa, negli anni che verranno,
lascerai leggere a tua figlia queste righe,
avrà forse qualche dubbio o qualche cosa
che non potendo domandarti
risolverà anche lei cogli anni.
Quando forse per caso sul tuo tavolo
troverà lettere o poesie,
le foto forse e a fianco sul tuo letto
il perché di me, di te,
che non hai mai osato abbandonare,
si chiederà se un amore così lungo
non potesse trovare un mondo parallelo,
un'altra via per vivere e morire.
Ti guarderà e non dirà niente,
ti guarderà senza fare nulla.
T'invidierà per la tenacia, per il segreto
in cui hai rinchiuso il tuo passato,
ritroverà un'amica, una complice
senza capirne però il reato.
Si chiederà chi hai davvero amato forse
e ancora chi fossi stato veramente
quest'idolo: un mago o un sogno.
E tornerà cogli occhi sul tuo viso
e forse allora sentirà nel cuore
senza domandarti nulla
la propria forza naturale.
 
Copyright (C) 1998-2002 Riccardo Bagnato [www.bagnato.it]
La copia letterale e la distribuzione di questo testo nella sua integrità
sono permesse con qualsiasi mezzo, a condizione che questa nota sia riprodotta.