Cognento, 10 luglio 2002
Benjo, liuti, qualche chitarra, viola, violoncello e violino, percussioni e tanta voglia di cantare. E' questo quanto immagino potrebbero scrivere gli eventuali recensori dell'album: Canzoni dai boschi. Un album di canzoni come si deve: inediti, bootleg forse, qualche remake. Ma tant'é. Queste sono canzoni che ho voluto raccogliere per ringraziare tutti coloro i quali, all'uscita delle tre raccolte di poesie per il mio trentesimo compleanno, mi hanno scritto, una frase, un rigo, una parola, che mi hanno ringraziato.
Sono io a doverlo fare. E in questa estate rovente, spero gradiate il fresco dei boschi.
Ad ognuno di voi dedico queste canzoni.
Riccardo Bagnato